Detersivo per lavatrice biologico

Come funzionano i comuni detersivi per lavatrice

Chi in casa si occupa del bucato, sa che in commercio vi sono una moltitudine di prodotti dedicati al lavaggio: dal detersivo per lavatrice biologico a quello industriale, la scelta è ampia. Ma non tutti sanno come si compongono e come agiscono questi prodotti. La forza pulente dei detersivi dipende dalla presenza dei tensioattivi. Queste sostanze vengono così chiamate perché allentano la tensione dell'acqua: quando questa entra in contatto con un tessuto non penetra immediatamente a causa della forte coesione delle sue molecole. La mescolanza con il detersivo permette di allentare la tensione aiutando così le molecole ad entrare in profondità: è la presenza dei tensioattivi nel detersivo che rende efficace il lavaggio e la rimozione dello sporco: tali sostanze infatti sono costituite da due polarità, una in grado di legarsi all'acqua, mentre l'altra la respinge aggrappandosi invece alle particelle di sporco. Questa duplice funzione durante il lavaggio garantisce la pulizia dei capi.
detersivo per lavatrice liquido

Detergente Ecologico all'Antica Lisciva - Detersivo in Polvere per Lavatrice, Bucato a Mano e Pavimenti - Ideale Anche per Piatti e Pentole - Prodotto da Laboratori Artigianali Italiani - 1000 gr

Prezzo: in offerta su Amazon a: 13,99€


Perchè i detersivi sono inquinanti.

inquinamento prodotto dai detersivi La maggior attenzione che si sta ponendo nei confronti dell'ambiente, ha contribuito ad aumentare in questi anni la richiesta di detergenti eco-sostenibili e chi è alla ricerca di un detersivo per lavatrice biologico, non avrà difficoltà a trovarlo in qualunque scaffale del supermercato. Ma che cosa rende così inquinante un detersivo tradizionale? I fattori sono diversi. Innanzi tutto la scelta dei tensioattivi: quelli di origine petrolchimica hanno un elevato impatto sull'ambiente poiché non sono biodegradabili e aumentano le irritazioni cutanee; gli additivi come i fosfati e i perborati sono anch'essi di origine petrolifera e quindi inquinanti; gli sbiancanti ottici (o azzurranti) creano l'illusione di un pulito perfetto ma in realtà lo mascherano modificando la lunghezza d'onda della luce e sono, oltre che inquinanti, anche altamente allergizzanti; le profumazioni, qualora vengano utilizzati quelli di origine sintetica, sono un altro fattore dannoso sia per la pelle che per l'ambiente.

    FOLIA - Ammorbidente in Polvere - Ammorbidente minerale per capi morbidi e delicatamente profumati - Basso impatto ambientale - Massima efficacia - Sicurezza dermatologica - 650 gr

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 11€


    Come riconoscere un detersivo per lavatrice biologico.

    bucato con detersivo per lavatrice ecocompatibile Far ricadere la scelta di un detersivo per lavatrice biologico rispetto ad uno industriale può fare la differenza a livello ambientale, ma è necessario prestare attenzione alle etichette per valutare l'eco-sostenibilità di ciascun prodotto. Innanzi tutto i tensioattivi devono essere di origine vegetale, ugualmente efficaci ma biodegradabili (come per esempio quelli derivati dal cocco o dall’olio d’oliva, le cui sigle più comuni sono Sodium coco sulfate, Sodium cocoyl hydrolyzed wheat protein, coco glucoside); verificare che siano presenti sbiancanti a base di percarbonato di sodio e profumazioni a base di oli essenziali (e non essenze profumate). Infine un buon detersivo biologico conterrà i complessati in sostituzione dei fosfati evitando così l'ostruzione degli scarichi ed eventualmente l'aggiunta di enzimi di origine naturale.


    Detersivo per lavatrice biologico: Un detersivo per lavatrice biologico fai da te.

    bucato con detersivo biologico Chi sceglie di fare un bucato più ecologico, impattando meno sull'ambiente ma anche sulla propria salute, può cimentarsi nell'autoproduzione di detersivi. Con pochi ingredienti, rigorosamente eco-compatibili, è infatti possibile creare un detersivo sia in polvere che liquido. Chi ha l'abitudine di lavare con la polvere potrà provare questa formula: mezzo kg di sapone di marsiglia vegetale, 200 grammi di bicarbonato, 100 grammi di carbonato di sodio (attenzione: non è la soda caustica!), olio essenziale a scelta tra lavanda, eucalipto, tea tree. Si trita il sapone di marsiglia, poi in una ciotola si uniscono le polveri al sapone e 40 gocce di olio essenziale. Per il lavaggio sono sufficienti due cucchiaini di questo detersivo direttamente nel cestello insieme al bucato. Per una semplicissima versione liquida invece, si possono far sciogliere le scaglie di un sapone di marsiglia vegetale in 4 l di acqua bollente, aggiungere 5 cucchiai di bicarbonato e qualche goccia di olio essenziale.



    COMMENTI SULL' ARTICOLO