Dieta senza latticini

Cosa evitare in una dieta senza latticini

Con il termine latticini si identificato tutti quegli alimenti che derivano dal latte sia di vacchino che di altri mammiferi e che vengono creati con diverse tipologie di lavorazione come il burro, lo yougurt, la ricotta, la panna e, ovviamente, il latte. Uno dei benefici appurati dalla dieta senza latticini è la riduzione del colesterolo con conseguente pulizia delle vene. Inoltre, scegliere di eliminare questi alimenti può aiutare anche a perdere peso. Per queste ragioni viene considerata una dieta salutare, ma non per questo povera di sapori, perché basta solo scegliere gli ingredienti con cura. Un esempio di come variare le abitudini è quello di sostituire il latte di vaccino con quello di soia. L'importante, in questo tipo di diete, è quella di implementare prodotti ricchi di calcio che possano darne all'organismo la giusta quantità.
Latte di soia

Golosità senza latticini. Tante ricette naturali senza l'utilizzo di latte e derivati

Prezzo: in offerta su Amazon a: 4,41€
(Risparmi 5,39€)


Valori nutrizionali presenti nei latticini

Mandorle Il latte contiene diversi valori nutrizionali come il calcio, il potassio, il fosforo e il magnesio ma, mentre queste ultime si trovano in diversi alimenti di uso quotidiano, il calcio è meno reperibile. Quindi, se scegliete di seguire una dieta senza latticini, qualunque sia la ragione per cui lo facciate, ricordatevi che è importante sostituirli con altri che contengano le stesse proprietà. Il calcio per esempio è un minerale necessario per mantenere la durezza delle ossa e dei denti pertanto, è essenziale inserire nella dieta altri alimenti che lo contengano. Per prima cosa si consiglia di bere acqua contentente calcio e per seconda di integrare nell'alimentazione la frutta secca come le mandorle, le più ricchie di questo minerale e le noci, utilizzandole come spuntino pomeridiano due/tre volte alla settimana.

    Free: Dolci senza glutine, latticini, uova, zucchero

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 19,12€
    (Risparmi 0,78€)


    Ricetta dei biscotti alle mandorle senza lattosio

    Biscotti alle mandorle fatti in casa Quando si pensa a una dieta senza latticini, il primo pensiero va alla colazione e ai dolci, fissandosi su tutte le privazioni che ne deriveranno, ma non è così. Infatti esistono gustose ricette come i biscotti alle mandorle e limone. Per creare una ventina di biscotti servono 130g di farina, 80g di zucchero, 40g di mandorle tritate, 1 uovo, 1 albume, una punta di cucchiaino di lievito per dolci e di bicarbonato di sodio, mezzo cucchiaio di scorze di limone e mezzo cucchiaino di estratto di limone. In un recipiente inserite la farina, le mandorle tritate, lo zucchero, il lievito e il bicarbonato di sodio, mentre in un altro inserite l'uovo, l'albume, le scorze e l'estratto di limone e lavorate ottenendo un composto liquido da unire agli ingredienti nell'altro recipiente. Mescolate fino all'ottenimento di un impiasto corposo e formate un cilindro che deve essere cotto per mezz'ora in un forno pre-riscaldato a 180°C. Toglietelo dal forno, fatelo raffreddare alcuni minuti, tagliate il cilindro a fette spesse un centimetro e mezzo e infornatele per altri dieci minuti. Trascorso il tempo toglieteli dal forno e lasciateli raffreddare prima di mangiarli.


    Dieta senza latticini: Come preparare un frullato senza latticini

    Frullato alle banane Se si deve seguire una dieta senza latticini, è importante dosare tutti gli ingredienti al fine di avere un'alimentazione gustosa e dai valori nutrizionali soddisfacenti. Con l'arrivo dell'estate ad esempio, si desidera mangiare cibi freschi e leggeri quindi, un modo per iniziare bene la giornata è quello di mangiare un frullato senza lattosio. La preparazione è semplicissima e il risultato è piacevole e rinfrescante. Per realizzarlo serve frutta fresca e del latte di soia o, in alternativa, acqua. Per creare un frullato alle banane occorre in primis la frutta che gli dà il nome. Sbucciate due banane, tagliatele a pezzi piccoli dentro il contenitore del frullatore e fate lavorare alcuni istanti per ridurre le dimensioni della frutta. Aggiungete il latte di soia o altro liquido a scelta tra quelli consigliati e fate lavorare fino all'ottenimento di un composto omogeneo. Una volta pronto potete berlo immediatamente.



    COMMENTI SULL' ARTICOLO