Bagnodoccia biologico

Perché scegliere di usare il bagnodoccia biologico

Il bagnodoccia biologico, rispetto ai saponi tradizionali, viene prodotto con ingredienti naturali nel totale rispetto della natura e dell'ambiente. Scegliere un sapone di tipo biologico significa anche rispettare se stessi perché gli ingredienti presenti non risultano aggressivi per la pelle. Alcuni composti presenti nei saponi tradizionali sono nocivi per la pelle e per l'ambiente. Il bagnodoccia biologico non contiene parabeni, siliconi e petrolati, di conseguenza non risulta irritante per la pelle e le mucose e protegge i nostri "grassi naturali" (come il sebo), utili a difenderci da attacchi batterici. L'INCI, la denominazione usata per indicare i vari ingredienti presenti in un prodotto cosmetico o un sapone, è il nostro punto di riferimento per capire se stiamo per acquistare un bagnodoccia biologico o no e di conoscere la composizione chimica del sapone stesso.
Bagnodoccia biologico

Bagnodoccia mediterraneo - La Saponaria - biologico certificato - 200 ml

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,99€


Realizzare un bagnodoccia biologico e naturale in casa

Bagnoschiuma Per coloro che desiderino cimentarsi nella realizzazione di un bagnodoccia biologico al 100% fatto in casa questa ricetta può risultare molto utile. Il procedimento è semplice e gli ingredienti sono reperibili facilmente. Per preparare il bagnoschiuma occorrono 10 g di sapone da "grattugiare" e 200 ml di acqua. Prendete il sapone e grattatelo con una semplice grattugia da cucina, nel frattempo scaldate l'acqua in un pentolino. Riponete il sapone in una ciotola e aggiungete l'acqua mescolando con un cucchiaio in legno. Mettete la ciotola in un pentolino e lasciatela a bagnomaria con fuoco basso e mescolate finché le scaglie non siano tutte sciolte. Con un frullatore fate "crescere" il sapone (anche grazie alla schiuma) e poi lasciate riposare al coperto per un paio d'ore. Per finire, versatelo nel flacone di un vecchio bagnoschiuma.

  • Capelli secchi I classici shampoo che la maggior parte delle perone utilizza, spesso provocano irritazioni della pelle e fastidiosi pruriti. Ciò è dovuto soprattutto agli ingredienti di natura chimica che vengono ut...
  • L'utilizzo dei saponi biologici Sostanze allergizzanti, profumi sintetici e conservanti sono tre ottime buone ragioni per decidere di non comprare più i tradizionali saponi presenti in commercio e sostituirli con prodotti biologici,...

NEBIOLINA - Bagnodoccia Biologico PH Naturale - con Estratti d'Avena Bio - Nickel, cromo e cobalto tested

Prezzo: in offerta su Amazon a: 7,54€


Bagnodoccia biologico al miele e bagnoschiuma alla cannella

Bagnoschiuma miele Se desiderate una ricetta per un bagnodoccia biologico più particolare, quella del sapone liquido al miele è perfetta. Serviranno una tazza di olio alle mandorle (o d'oliva), mezza di miele e mezza di sapone liquido neutro. Mettete gli ingredienti in una ciotola e mescolate per ottenere un composto da trasferire in una bottiglia richiudibile. Scuotete il flacone per mescoltare gli ingredienti ogni volta che utilizzerete il bagnoschiuma. Per un sapone solido e dal "gusto" più speziato potete preparare quello alla cannella con due tazze di latte in polvere, sapone neutro a scaglie, amido di mais e cannella in polvere. Fondete le scaglie a bagnomaria, aggiungete gli altri ingredienti amalgamandoli. Trasferite il composto in una vaschetta e lasciatelo solidificare. Per utilizzarlo staccatene un pezzetto e scioglietelo nella vasca.


Sapone bio sotto forma di palline

Bath ball cannella Un'alternativa carina al classico sapone liquido è il bagnodoccia biologico sotto forma di "palline frizzanti" e realizzabile facilmente in casa. Per realizzare una ventina di palline effervescenti serviranno tre cucchiai di burro di cacao, due e mezzo di acido citrico e cinque di bicarbonato, olio essenziale (una decina di gocce) a seconda dei gusti e un cucchiaio di maizena. A bagnomaria fondete il burrocacao e fatelo intiepidire, poi aggiungete gli altri ingredienti fino ad ottenere un composto omogeneo. Potete dare la forma di palline o porle nelle vaschette per il ghiaccio e coprirle con la pellicola. Mettetele in freezer per 15 minuti e poi lasciatele riposare in un luogo fresco e asciutto per una decina di giorni. Successivamente si possono conservare nella carta stagnola.




COMMENTI SULL' ARTICOLO