Sapone vegetale

Perché scegliere un sapone biologico

Sostanze allergizzanti, profumi sintetici e conservanti sono tre ottime buone ragioni per decidere di non comprare più i tradizionali saponi presenti in commercio e sostituirli con prodotti biologici, realizzati solo con ingredienti naturali. Sempre più diffusi, i saponi di origine vegetale sono ormai facilmente reperibili non soltanto in erboristeria e nei punti vendita specializzati ma anche nei supermercati. I saponi biologici sono privi di sostanze aggressive per la pelle e per i capi da lavare, diversamente da prodotti antibatterici che, addirittura, recenti studi affermano siano la causa di problemi nel sistema immunitario. Gli antibatterici devono essere naturali e delicati e soltanto un sapone realizzato con ingredienti biologici può darci la sicurezza di utilizzare un prodotto sano, da acquistare già pronto oppure da fare in casa con pochi semplici passaggi e ingredienti facili da reperire.
L'utilizzo dei saponi biologici

Mystic Moments - Base per sapone da sciogliere e versare senza SLS, 1 kg, colore: Trasparente

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,49€
(Risparmi 0,26€)


Come fare un sapone vegetale, gli ingredienti

Il sapone vegetale fai da te Realizzare un sapone vegetale in casa richiede molta pazienza e molta attenzione. Il risultato e la soddisfazione di sapere esattamente con cosa è fatto il prodotto ripaga ampiamente del lavoro svolto. Per la sua preparazione bastano pochi ma importanti elementi e qualche accorgimento da prendere nella sua lavorazione. I grassi e gli oli di origine animale o vegetale: all'interno della dispensa possiamo facilmente trovare dell'olio di arachidi, di girasole o di mais oppure l'olio di oliva. Alternative possono essere il burro di karitè e l'olio di cocco. La soda caustica: idrossido di sodio, altamente corrosivo e anche pericoloso ma essenziale per realizzare il sapone. Utilizzare rigorosamente con mascherina di protezione e guanti. Acqua distillata: in essa verrà diluita la soda caustica ed è essenziale che non vi siano presenti sostanze come il calcio e il cloro, questo prodotto è facilmente reperibile in quanto viene impiegato per l'utilizzo dei ferri da stiro.

  • Capelli secchi I classici shampoo che la maggior parte delle perone utilizza, spesso provocano irritazioni della pelle e fastidiosi pruriti. Ciò è dovuto soprattutto agli ingredienti di natura chimica che vengono ut...
  • Bagnodoccia biologico Il bagnodoccia biologico, rispetto ai saponi tradizionali, viene prodotto con ingredienti naturali nel totale rispetto della natura e dell'ambiente. Scegliere un sapone di tipo biologico significa anc...
  • Sapone vegetale Quando si parla di detersivo vegetale, la mente corre al sapone di Marsiglia ed al suo profumo inconfondibile, evocando un’epoca di lavatoi e donne indaffarate. Tuttavia per la sua preparazione anche ...

Bagnodoccia mediterraneo - La Saponaria - biologico certificato - 200 ml

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,7€


Come fare un sapone vegetale, le fasi

La preparazione del sapone vegetale Prima di cominciare la preparazione del sapone decidere in quale contenitore esso sarà posizionato e ricoprirlo con carta da freezer. Mettere guanti e mascherina per proteggere gli occhi dagli eventuali schizzi di soda caustica e cominciare a pesare gli ingredienti. Per un sapone vegetale le quantità ideali sono:

- 170g di acqua distillata

- 56g di soda caustica

- 283g di olio di oliva

- 170g di olio di cocco

- cucchiaio di olio di ricino

Il primo passaggio è versare la soda caustica nell'acqua: non vi allarmate se esce fumo perché è il risultato della reazione dei due elementi. Fare raffreddare e poi riscaldare gli oli e aspettare che raggiungano una temperatura compresa fra i 33°C e i 37°C. Unire tutto molto lentamente e mescolare fino ad ottenere una consistenza più solida. Versare nel contenitore e farlo riposare per un paio di giorni. Il sapone è pronto quando diventa un unico pezzo solido.


Sapone vegetale: I differenti impieghi del prodotto

sapone vegetale per bucato pulito e profumato Il sapone vegetale può essere utilizzato sia per la detersione della pelle che per il lavaggio del bucato. In entrambi i casi la sua preparazione casalinga richiede quasi gli stessi ingredienti e le stesse fasi. Per un ottimo detergente naturale per la pelle che sia anche antibatterico è preferibile aggiungere anche un altro olio, chiamato olio essenziale di tea-tree, che è naturale al 100%. Se si desidera un prodotto esfoliante aggiungere anche le mandorle tritate. Per un sapone emolliente e anti-infiammatorio, adatto soprattutto alle pelli più delicate, si possono aggiungere calendula e camomilla. Se si desidera un sapone vegetale per lavare gli abiti nella preparazione è consigliabile sostituire l'olio di oliva con l'olio esausto o lo strutto. I capi da lavare non soltanto saranno puliti ma anche molto morbidi. Rispetto dell'ambiente, risparmio e garanzia sulla qualità del prodotto sono i vantaggi che si ottengono con l'autoproduzione del sapone vegetale.



COMMENTI SULL' ARTICOLO