Farro decorticato bio

Farro decrticato bio: come utilizzarlo

Il farro decorticato bio è un alimento sano che garantisce il corretto apporto di carboidrati e fibre. In una dieta sana è raccomandato per il basso indice glicemico e per la facilità di digestione. Questo cereale è disponibile sia in chicchi che sotto forma di farina e semi soffiati, o pasta, per adattarsi a tutti i tipi di preparazione. Perfetto per preparare pane, piadine, pizze e dolci si rivela un'ottima alternativa al grano tradizionale. Dal farro decorticato bio si ricava anche il latte di farro, la soluzione adatta agli intolleranti al lattosio che non vogliono rinunciare ad un bicchiere di latte a colazione. È importante prediligere la dicitura decorticato poiché indica che il farro in questione è meno raffinato e dunque ha subito poche trasformazioni, mantenendo intatte le caratteristiche nutritive.
Chicchi di farro decorticato bio

Farro Decorticato 5Kg BIO

Prezzo: in offerta su Amazon a: 24,27€


La farina di farro decorticato bio

Impasto con farina di farro decorticato bio La farina di farro decorticato bio si ottiene macinando finemente i chicchi di farro senza privarli della corteccia che li riveste, nella quale è più alta la concentrazione di fibre e vitamine. A livello di consistenza questa farina é più simile a quella di mais, che a quella di grano. L'impasto dei prodotti da forno ottenuti con questo tipo di farina richiede un apporto di acqua inferiore e una cottura meno lunga. Per ottenere un risultato simile alle lavorazioni con farine di grano, duro o tenero, è consigliabile utilizzare una quantità leggermente superiore di lievito e lavorare più a lungo l'impasto. Se si desidera ottenere una pizza fragrante all'esterno e soffice internamente si può aggiungere una piccola quantità di olio extravergine d'oliva, amalgamandolo alla farina prima di aggiungere l'acqua e il lievito.

  • Bistecca vegana arrosto La bistecca vegana è la scelta adottata da chi non ama mangiare carne per varie ragioni. Dal punto di vista alimentare si sceglie un'alimentazione a base vegetale per la presenza di alcune malattie, c...
  • Il filetto vegan ha la consistenza della carne Quando si parla di filetto vegan in genere ci si riferisce a una specialità assolutamente eco-friendly che è diventata un must imperdibile per gli appassionati di cucina vegetariana, ovvero il muscolo...

Farro Monococco Decorticato BIO 400g

Prezzo: in offerta su Amazon a: 3€


Pasta di farro decorticato bio

Pasta di farro decorticato bio La pasta di farro decorticato bio è disponibile in diversi formati e si avvicina molto a quella tradizionale sia per consistenza, che nel gusto. La differenza maggiore è relativa ai tempi di cottura. La pasta di farro decorticato bio richiede una cottura più breve, che va dai 5 ai 7 minuti per chi ama mangiarla al dente e fino a 10 minuti per chi preferisce una cottura maggiore. Ovviamente i tempi variano anche a seconda del formato di pasta e sono generalmente indicati sulla confezione della stessa. La pasta di farro decorticato bio è preferibile a quella di grano perché permette di ridurre l'apporto di carboidrati senza rinunciare al gusto, un ottimo compromesso per chi soffre di diabete e per chi segue una dieta ipocalorica o semplicemente vuole mangiare in modo sano ed equilibrato variando gli alimenti consumati.


Farro decorticato bio: Dove acquistare farro decorticato bio

Insalata di farro decorticato bio Fino a pochi anni fa acquistare prodotti biologici a base di cereali diversi da grano era abbastanza difficile. In primo luogo erano presenti solo nei negozi biologici e, peraltro, erano particolarmente costosi. Adesso anche i piccoli supermercati dispongono di una zona riservata ai cereali integrali e ai prodotti biologici. I negozi più forniti e le grandi catene propongono un'ampia varietà e la possibilità di scegliere tra diversi formati di pasta di farro decorticato bio e garantiscono la presenza di marchi differenti per incontrare le necessità di tutti i consumatori. Il modo migliore per avvicinarsi al consumo del farro decorticato bio é quello di abbinarlo ai legumi, oppure sostituirlo al riso per delle insalate fredde, vista la capacità del cereale di mantenere la cottura rimanendo al dente con i chicchi separati tra loro.



COMMENTI SULL' ARTICOLO