Sintomi del celiaco

L'annoso dilemma tra intolleranza o allergia

Il progresso ha conquistato ogni settore della vita di un essere umano, dalla scienza alla cucina passando per le innovazioni tecnologiche. La globalizzazione poi, giunge fin dentro le cucine spingendoci a osare, assaporando piatti nuovi e gustando sapori esotici così diversi dal consueto. Mangiare è un piacere universale eppure, a volte capita che questa delizia si trasformi in tortura. Le allergie e le intolleranze alimentari creano uno strappo nelle vite degli individui che ne soffrono obbligandoli a prestare attenzione agli alimenti ingeriti. Le allergie alimentari hanno reazioni più gravi rispetto alle intolleranze e non c'è bisogno di mangiare grossi quantitativi di un determinato ingrediente per subirne gli effetti. Le intolleranze, invece, si presentano ugualmente come disturbi fastidiosi, però non metteranno mai a rischio la vita dell'uomo. Un esempio di disturbo dato dalle intolleranze alimentari è la celiachia e i sintomi del celiaco sono facilmente riconoscibili.
Dolori addominali

Dr. Schär Mix It Universal Miscela di Farine senza Glutine - 1 kg

Prezzo: in offerta su Amazon a: 3,59€


Sintomi del celiaco

Esempio dermatite erpetiforme Mangiare sta diventando sempre più spesso un problema perchè, dopo alcune ore dal pranzo, iniziate a sentirvi poco bene. Ecco quali sono i sintomi del celiaco e come riconoscerli. Una prepotente pesantezza di stomaco dopo il pasto non è sicuramente solo il sintomo del celiaco, ma se a essa seguono crampi addominali e attacchi dissenterici, allora potrebbe trattarsi di intolleranza al glutine. Questi però non sono gli unici. La stanchezza cronica e la perdita di peso sono altri sintomi validi e se ne soffrite, allora siete sulla buona strada per confermare i vostri sospetti che vedrebbero maggiore conferma nell'eruzione cutanea chiamata dermatite erpetiforme. La dermatite erpetiforme o celiachia della pelle, è un chiaro sintomo della celiachia e si presenta con delle piccole bolle rosse in prossimità dei gomiti e delle ginocchia, più di rado appare anche sull'addome e in altre parti del corpo.

  • Crampi addominali Parlando di intolleranza al latte sintomi, ci si riferisce alla difficoltà di digerire il lattosio, ossia lo zucchero del latte. Non deve, quindi, essere confusa con l'allergia alle proteine del latte...
  • Anamnesi sintomi Il primo passo per arrivare alla diagnosi di celiachia è la valutazione dei sintomi insieme al medico di famiglia. Se tra i malesseri ci sono diarrea e vomito, spossatezza ed irritabilità, perdita di ...
  • Spiga grano I disturbi causati dalla celiachia possono variare da individuo ad individuo. I sintomi più frequenti e più diffusi della celiachia sono comunque la diarrea e la perdita di peso corporeo, che colpisco...
  • Cause celiachia La celiachia è una malattia che venne scoperta sin dal primo secolo a.C., ma solo nel 1940 venne stabilita la sua correlazione con il glutine. La celiachia è molto diffusa nelle popolazioni nordeurope...

DOCA Tostapane Sacchetti - Confezione da 6 Riutilizzabile Antiaderente Resistente al Calore - Sandwich Pane Pizza Tasche in microonde tostapane Forno Grill

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,66€


Dai sintomi del celiaco alla diagnosi

Esame del sangue La celiachia è un'intolleranza alimentare e spesso i primi sintomi compaiono da bambini durante il periodo dello svezzamento. Essendo ancora poco conosciuta, a volte non si dà il giusto peso ai segnali e si finisce per riscoprirli in età adulta, quando i sintomi diventano difficili da ignorare. Se soffrite di alcuni dei sintomi del celiaco e desiderate avere conferma dei vostri sospetti, la prima cosa da fare è rivolgersi al medico curante e farvi prescrivere le analisi del sangue. Esiste un esame apposito che verifica la presenza di specifici anticorpi. Nel caso l'esame risultasse positivo, si procede con una biopsia dell’intestino tenue per analizzarne il tessuto e verificare la regolare funzione dei villi duodenali. Solo nella condizione che entrambi gli esami abbiano esito positivo, si potrà confermare la diagnosi di celiachia.


Soluzioni per chi soffre di celiachia

Esempio simbolo no glutine Se gli esami specifici vi hanno confermato che i vostri sono realmente i sintomi del celiaco, la soluzione ai disturbi non è nell'assunzione di medicinali, ma nella variazione delle abitudini alimentari. Un celiaco deve nutrirsi di alimenti privi di glutine, in natura ce ne sono tanti come la carne, la frutta, la verdura, il pesce e le uova. Per fortuna, esistono anche le farine prive di glutine con le quali si possono preparare biscotti, pasta, pane e tutto quello che vi viene in mente senza l'obbligo di fare rinunce. Questi prodotti senza glutine si possono comprare in qualsiasi negozio, da quello che vende prodotti ipocalorici al supermercato classico e persino in farmacia. I cibi privi di glutine sono gustosi e possono soddisfare anche i palati più esigenti. Si consiglia di controllare sulla confezione del prodotto che sia presente la spiga sbarrata, perché indica l'assenza di glutine.




COMMENTI SULL' ARTICOLO