Caciotta biologica

Cos'è la caciotta biologica

La caciotta è un tipico formaggio italiano e può essere prodotta con tutti i tipi di latte. Viene consumata fresca oppure stagionata e la sua preparazione è piuttosto veloce, soprattutto se si lavora per un consumo fresco. Per fare la caciotta biologica si può utilizzare latte di capra, di mucca, di pecora, di bufala o anche misto. Se proviene da animali nutriti e allevati secondo i canoni biologici, il risultato finale potrà definirsi bio e possedere tutti i principi attivi e le proprietà di un prodotto di pregio. Il processo per la preparazione di questo tipo di formaggio non è difficile e si può fare anche in casa. Il risultato sarà ottimale se si dispone di latte intero biologico acquistato da un allevatore di fiducia. Oltre al latte, occorre procurarsi il caglio. Lo si trova in farmacia in flaconcini su cui sono riportate le istruzioni per l'uso; se ne usano poche gocce per volta. Serve, infine una "fuscella" che può anche essere di plastica, ma la migliore è quella naturale in vimini intrecciati, che permette al siero in eccesso di scorrere via.
Fase di preparazione del formaggio

Ricotta Silana - semistagionato - Calabria biologico

Prezzo: in offerta su Amazon a: 6,9€


Come preparare una caciotta biologica

Caciotta e verdure Il latte biologico non pastorizzato va messo in una pentola e portato ad una temperatura di 37 - 38 gradi, ovvero caldo ma non bollente. Raggiunta la temperatura necessaria si aggiungono alcune gocce di caglio, rapportate alla quantità del latte: sulla confezione è indicata la proporzione idonea. Dopo un quarto d'ora circa il composto si rapprende; a questo punto si praticano dei tagli sulla superficie. Il primo taglio è a croce, ma non c'è un motivo reale per cui si debba fare questo segno: è un gesto legato alla tradizione. I tagli servono a far spurgare il siero, dal quale si potrà ricavare la ricotta. Quando ne è affiorata una buona quantità, si riscalda nuovamente il composto, fino a circa 40 gradi, continuando i tagli. Infine, il latte cagliato e tagliato in piccoli grani viene messo nei contenitori forati, siano essi di plastica o di vimini. Il siero continuerà ad uscire e la caciotta biologica prenderà forma.

  • Lo stracchino su un secondo piatto Gli ultimi anni vedono il consumatore con un rinnovato spirito di attenzione verso metodi di produzione più sostenibili, con prodotti che arrivino a costare anche di più ma garantiscano un ottimo rapp...
  • Parmigiano reggiano stagionato Una percentuale sempre maggiore della popolazione soffre di un disturbo alimentare: l'intolleranza al lattosio. Questa consiste in una condizione in cui il consumo di latticini provoca problemi non gr...
  • Latte, latticini e formaggi Mal di stomaco, emicrania, malessere generale, nausea, diarrea, eruzione cutanea, problemi respiratori: i sintomi di un'intolleranza al lattosio possono essere più o meno lievi ma non sono da sottoval...

Khanum Burro Chiarificato - 500 gr

Prezzo: in offerta su Amazon a: 13,88€


I vari tipi di caciotta biologica

Caciotta, pepe e tarallucci La caciotta preparata con latte biologico può essere consumata fresca, al naturale, oppure arricchita con spezie ed erbe. Le diverse regioni italiane arricchiscono con sapori propri le loro preparazioni tipiche. Molto utilizzata è l'erba cipollina, oppure in Campania viene aggiunto del peperoncino, in Umbria la cipolla e il tartufo, e ancora pepe, rosmarino o altri aromi che si sposano bene col gusto fresco e leggero della pasta molle del formaggio in questione. In alternativa, può essere stagionata per un tempo più o meno lungo e in questo modo acquisterà un sapore più deciso. Con il latte vaccino si ottengono formaggi dal gusto tendente al dolce; per un sapore deciso si utilizza invece quello di pecora, sempre proveniente da allevamenti biologici, anche mescolato ad altri tipi di latte. La salatura del prodotto caseario viene fatta per immersione in salamoia, per un tempo che dipende dal peso della forma. La crosta viene solitamente scartata nelle caciotte stagionate, mentre è praticamente inesistente in quelle fresche.


Caciotta biologica: Ricca di proprietà salutari

Caciotta separata siero Una caciotta biologica è un ottimo formaggio da tavola, non molto calorica per essere un latticino; per 100 grammi di prodotto fornisce circa 253 calorie. I suoi valori nutrizionali comprendono calcio, sodio, fosforo, potassio, diverse vitamine, tra cui la vitamina A. La percentuale di grassi è all'incirca del 22%, 25% di proteine e poco più del 10% di carboidrati. Le diverse tipologie di caciotta biologica si possono gustare da sole, abbinandole ad un buon vino, oppure aggiunte in alcune ricette regionali. Sia fresche che stagionate si possono inserire, tagliate a fette sottili, in panini con verdure o prosciutto e salame. Un altro uso perfetto è l'abbinamento con grissini o tarallini, per creare stuzzichini sfiziosi ed originali. In alcune regioni come la Campania si realizzano caciottine molto piccole da mangiare quasi in un solo boccone, ottime negli antipasti. Questo formaggio tenero si conserva bene in frigo, ma per mantenere intatti freschezza e sapore una volta tagliata, è consigliabile avvolgerla in un telo di lino umido che aiuta a tenerla come appena aperta.



COMMENTI SULL' ARTICOLO