Crescenza biologica

La crescenza biologica

Gli ultimi anni vedono il consumatore con un rinnovato spirito di attenzione verso metodi di produzione più sostenibili, con prodotti che arrivino a costare anche di più ma garantiscano un ottimo rapporto qualità prezzo e la certezza che la loro produzione è avvenuta rispettando determinate lavorazioni e facendo ricorso ad una filiera certificata, dove il latte è ottenuto da animali alimentati secondo il metodo biologico. La crescenza biologica è un formaggio da tavola che è presente nella cultura enogastronomica italiana da tempo immemore, e viene utilizzata anche come base per la creazione di moltissimi piatti, dagli aperitivi fino a secondi piatti molto elaborati. Nella versione biologica vengono esaltate molte caratteristiche di questo prodotto, tra cui il sapore e la presenza di un maggior numero di fermenti lattici vivi.
Lo stracchino su un secondo piatto

Ricotta Silana - semistagionato - Calabria biologico

Prezzo: in offerta su Amazon a: 6,9€


Il valore del biologico

Bestiame allevato con metodo bio Il valore del biologico è qualcosa che è stato riscoperto dopo anni di produzione intensiva, che hanno indotto fenomeni particolarmente importanti, come la mucca pazza. Chi non ricorda i fatti di quegli anni che indussero a riflettere sui metodi di allevamento del bestiame in talune zone del mondo? Il fatto di essere quello che si mangia smise di essere un qualcosa della cultura zen ed arrivò a diventare una necessità dettata in primis dalla sicurezza alimentare dei prodotti. Nel settore biologico, quello vero, esistono allevamenti certificati che danno latte di prima qualità, la cui filiera viene garantita da rigidissimi protocolli, simili a quelli a cui rispondono talune eccellenze casearie DOP del nostro paese. Gli organismi di controllo accettano a loro volta di farsi controllare da terzi.

  • Fase di preparazione del formaggio La caciotta è un tipico formaggio italiano e può essere prodotta con tutti i tipi di latte. Viene consumata fresca oppure stagionata e la sua preparazione è piuttosto veloce, soprattutto se si lavora ...
  • Parmigiano reggiano stagionato Una percentuale sempre maggiore della popolazione soffre di un disturbo alimentare: l'intolleranza al lattosio. Questa consiste in una condizione in cui il consumo di latticini provoca problemi non gr...
  • Latte, latticini e formaggi Mal di stomaco, emicrania, malessere generale, nausea, diarrea, eruzione cutanea, problemi respiratori: i sintomi di un'intolleranza al lattosio possono essere più o meno lievi ma non sono da sottoval...
  • Formaggi senza lattosio I formaggi magri senza lattosio si caratterizzano per una peculiarità che li rende molto più facili da digerire rispetto a quelli classici: tali prodotti contengono l'enzima lattasi, necessario per la...

Ghi - Ghee Burro chiarificato 100% Biologico, eseguito secondo l'antica ricetta Ayurvedica, delizioso e cremoso, estremamente buono e digeribile

Prezzo: in offerta su Amazon a: 15€


Le caratteristiche della crescenza biologica

latte da allevamenti bio Un formaggio realizzato secondo il metodo biologico, ha una storia che parte da lontano, ovvero dai foraggi con i quali vengono alimentate le mucche che produrranno il latte che verrà poi utilizzato per ottenere il formaggio. Questo include la totale assenza di pesticidi e di sostanze chimiche nell’alimentazione dei bovini, con il risultato che il latte prodotto sarà di qualità superiore. Inoltre per evitare qualsiasi forma di stress, gli animali vengono lasciati liberi di pascolare e questo aspetto riverbera grandemente anche dal punto di vista etico riguardo un allevamento meno intensivo e più attento anche alla salute dei bovini. Tutta questa filiera ha il grande vantaggio di accompagnare il prodotto fino alla sua realizzazione, per la quale non è ammesso alcun genere di conservante artificiale.


Crescenza biologica: Il costo

Formaggio fresco bio La crescenza biologica viene realizzata a partire da un protocollo molto rigido, incentrato sulla certezza di provenienza di tutta la filiera produttiva e su un rigidissimo disciplinare di attenzione alla qualità, che fanno di questo formaggio una vera e propria eccellenza enogastronomica italiana. Seppure questo procedimento sia particolarmente oneroso per gli obblighi che impone e per la ridotta quantità di prodotto che permette di produrre, il costo della crescenza biologica, al bancone oppure in confezione singole nel banco frigo, non incide in maniera così evidente sul prodotto finito. È possibile stimare un rincaro di circa il 20% rispetto ad uno stracchino di tipo tradizionale, non prodotto da agricoltura biologica. Un vantaggio non da poco pensando che questo formaggio non viene consumato ogni giorno.



COMMENTI SULL' ARTICOLO