Cibi senza glutine e senza lattosio

Cibi senza glutine e senza lattosio

I cibi senza glutine e senza lattosio sono prodotti per i soggetti affetti da disturbi dell'alimentazione. Infatti molte persone, soprattutto negli ultimi anni, hanno scoperto di non essere in grado di digerire alcune proteine come il lattosio, derivante soprattutto dall'ingestione del latte e dei suoi derivati, e del glutine, che si trova soprattutto nelle farine e nel grano, quindi in tutti i loro derivati come pasta e pane. I cibi senza glutine e senza lattosio sono quindi utili alleati per superare le conseguenze legate ai disturbi dell'alimentazione, evitando l'insorgere degli effetti negativi. Prodotti che ormai si possono trovare in qualsiasi negozio di alimentari, oltre che nelle farmacie tradizionali e nelle farmacie dedicate solamente ai soggetti affetti da disturbi alimentari.
Prodotti senza lattosio

Galbusera ZeroGrano Wafer con Cioccolato 180 g, Senza glutine

Prezzo: in offerta su Amazon a: 2,39€
(Risparmi 0,1€)


Perchè usare prodoti senza glutine e senza lattosio

Pizza senza glutine, per celiaci Principalmente i cibi senza glutine e senza lattosio vengono utilizzati dai celiaci e dai soggetti intolleranti al lattosio. Infatti i celiaci sono i soggetti che hanno un disturbo legato alla mancata o cattiva digestione del glutine, che provoca una cascata di eventi negativi e malessere generale. Mentre l'intolleranza al lattosio si verifica nei soggetti incapaci di digerire questa proteina, con tutte le conseguenze negative che susseguono tale evento. Ma celiaci e intolleranti al lattosio hanno la possibilità di eliminare i sintomi relativi a queste malattie facilmente, cioè eliminando l'ingestione e il consumo di prodotti con glutine e con lattosio. Quindi i cibi senza glutine e senza lattosio vanno a sostituire gli alimenti che altrimenti provocherebbero i sintomi tipici della malattia.

  • Gluten free Il glutine è una proteina dei cereali contenuta nel frumento e in altre varietà di cereali come farro, spelta, orzo e segale. La completa e totale eliminazione del glutine dalla dieta non è semplice p...
  • Cibi senza glutine anche in viaggio La celiachia è una forma di intolleranza al glutine che recentemente colpisce un individuo su tre. Gli studi sull'argomento e le innovazioni alimentari permettono, però, ai celiaci di vivere una vita ...
  • Farine senza glutine Esistono numerose ricette per realizzare i muffin senza glutine e lattosio. Ma quali sono le caratteristiche principali che rendono questi dolcetti ideali per gli intolleranti al glutine (celiaci) ed ...
  • Esame intolleranze alimentari La dieta senza glutine e lattosio è adatta a tutti coloro che non riescono a tollerare gli alimenti suddetti. In particolare, il glutine è una proteina presente in molti cereali, come il frumento, il ...

Burro di cocco 100% organico di pipkin 300ml, non-GMO, concentrato cremoso di extra vergine, polpa cruda commestibile e senza zucchero, spremuto a freddo, senza glutine o senza lattosio

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,49€


La celiachia, disturbo legato al glutine

Cibi senza glutine La celiachia, o malattia celiaca, è una infiammazione cronica dell'intestino, in particolare dell'intestino tenue, causata dall'ingestione del glutine. Questa patologia è caratterizzata da lesioni cutanee che si formano con l'ingestione del glutine e che regrediscono con la sua eliminazione dalla dieta. Il glutine è la proteina che ritroviamo nella maggior parte dei cereali, come per esempio il frumento, l'orzo e segale. Questo disturbo è caratterizzato da sintomatologia molto varia che va dalla diarrea a sintomi che sono extraintestinali. La sua diagnosi prevede la ricerca sierologica e la biopsia della mucosa dell'intestino tenue. Logicamente gli accertamenti vanno fatti nello stesso periodo di una dieta con assunzione del glutine. L'unica terapia possibile per contrastare l'insorgere della malattia è la dieta senza glutine, quindi l'assunzione di cibi senza glutine.


Disturbo legato al lattosio

Latte disturbi L'intolleranza al lattosio è un disturbo legato alla mancanza o poca presenza nel nostro organismo dell'enzima lattasi, enzima deputato alla digestione della proteina contenuta nel latte. Questa mancata digestione provoca l'accumulo del lattosio nell'intestino che va in fermentazione causando sgradevoli conseguenze quali flatulenze e diarrea. La sintomatologia tipica di questo disturbo è caratterizzata da dolori addominali con crampi, meteorismo, digestione lenta, pesantezza di stomaco, gonfiore gastrico e diarrea. L'intolleranza al lattosio è molto frequente in Italia ed è un disturbo ereditario, presente in più della metà della popolazione mondiale. La diagnosi dell'intolleranza al lattosio si basa su due metodiche: la h2 breath test e test genetico. La terapia anche in questo caso è l'esclusione dei cibi contenenti lattosio.




COMMENTI SULL' ARTICOLO