Farine senza glutine

Quali sono le farine senza glutine

Il glutine è una lipoproteina presente nel frumento, nel farro, nel kamut, nell'orzo, nella segale e nell'avena. Trattiene i gas della lievitazione in un reticolo, garantendo al prodotto finito morbidezza, elasticità ed un gusto molto gradevole. Le farine senza glutine non possiedono questa molecola, tuttavia non per questo risultano inadatte alla panificazione o alla realizzazione di soffici e delicati dolci. L'utilizzo di particolari addensanti ed una lavorazione adeguata, consentono di ottenere prodotti golosi e saporiti quanto più simili a quelli con il glutine. Le farine senza glutine naturali vengono prodotte da alcuni cereali, pseudocereali, legumi e frutta secca. Sono reperibili in qualsiasi supermercato ben fornito, farmacia o erboristeria. È opportuno verificare sempre la presenza del bollino gluten free.
Farine senza glutine

Nutri Free Mix per Pane, 1000g, Senza glutine

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,48€


Farine senza glutine prodotte da cereali

Farina di miglio Le farine senza glutine si ottengono dal granturco, riso, miglio, sorgo e teff. La miscela al mais, dolce e dal gusto rustico, regala friabilità alle preparazioni. Unita ad altre farine gluten free è ideale per pane, pizza e dolci. La farina di riso, bianca o integrale, è molto versatile ed adatta per la panificazione, la pasta fresca e dolciumi, per le impanature o come addensante. La farina di miglio è poco proteica ma ricca di Vitamine A e B, nonché di ferro, potassio, fosforo, silicio e magnesio. É ideale per realizzare in casa dolci umidi, pancakes e crespelle. La farina di sorgo è dolce e delicata pertanto ideale per preparazioni dolci e salate. La farina di teff, si utilizza in genere per le frolle, le brisée ed i biscotti.

  • Farina di grano saraceno Non tutti siamo a conoscenza dell'importante della farina di grano saraceno sulla nostre tavole. Si tratta infatti di un prodotto biologico, che se assunto con regolarità, è in grado di apportare bene...
  • Tipi di farine senza glutine Essere intolleranti al glutine può essere un problema, si fa fatica a trovare dei cibi giusti quando usciamo fuori a cena, al supermercato. Le proposte sono poche ma le farine senza glutine sono davve...
  • Farina senza glutine Le farine senza glutine per dolci sono ideali per chi soffre di intolleranze alimentari: sempre più soggetti oggi giorno sono allergici al glutine e sono costretti a eliminare questa sostanza tanto im...
  • Pizza di farina di patate Esiste una quantità sorprendente di farine senza glutine e lattosio in commercio. Che siano prodotte da semi, frutta secca o cereali non convenzionali, non avete che l'imbarazzo della scelta per scegl...

Mix It Universal Miscela di Farine senza Glutine 1 Kg

Prezzo: in offerta su Amazon a: 5,09€
(Risparmi 0,7€)


Farine senza glutine ottenute da pseudocereali

Farina di grano saraceno Altre farine senza glutine si ottengono da pseudocereali quali amaranto, canapa sativa, grano saraceno e quinoa. La farina di amaranto ha un gusto deciso, molto simile al malto ed alla frutta secca. Come la farina di riso, va unita ad altre miscele gluten free per pane e pizza. La farina di canapa sativa ha un sapore dolce dal tipico retrogusto alla nocciola. Molto proteica, è perfetta per le diete sportive, per dolci e pane. Va anche aggiunta alle salse, ai frullati ed ai gelati. La farina di grano saraceno si ottiene da una pianta della famiglia del rabarbaro. In genere, si impiega per la realizzazione della pasta fresca e delle ricette di pane. La farina di quinoa ha un basso contenuto glicemico ed è ideale per preparazioni salate e la panificazione.


Farine senza glutine ottenute da legumi

Farina di ceci Le farine senza glutine, infine, si possono ottenere dalla macinazione dei legumi e della frutta secca. La farina di ceci, ricca di fibre e dal gusto dolciastro, è perfetta per le preparazioni salate come le panelle, le frittate vegane, i tortini, le polpette, le farinate, oppure per addensare salse e sughi. La farina di lupini è ricca di proteine, più delle uova e della carne. Viene impiegata sia per le preparazioni dolci che per quelle salate. Infine, la farina di mandorle dal basso indice glicemico, ricca di vitamina E e povera di carboidrati è in realtà ipercalorica. Si utilizza in genere per le preparazioni dolci. Volendo, si può realizzare anche in casa, introducendo in un mixer dalle lame affilate la frutta secca. Non bisogna esagerare con il tempi per non ottenere una sorta di crema pastosa.




COMMENTI SULL' ARTICOLO