Burro di cacao contiene lattosio

Il burro di cacao contiene lattosio

Il burro di cacao contiene lattosio è una classica leggenda metropolitana, basata sul fatto che con il termine burro si intende, tradizionalmente, il prodotto ottenuto rapprendendo i grassi del latte. In realtà il corretto significato della parola burro è quello di prodotto costituito da grassi saturi rappresi, di qualsiasi origine essi siano. Il burro di cacao ha un aspetto molto simile a quello del burro ottenuto dalla panna del latte, è quindi compatto a temperatura ambiente, di colore biancastro e dal profumo delicato. La sua principale caratteristica consiste nel fatto che la temperatura del nostro corpo consente di scioglierlo, rendendo la degustazione del cioccolato un'esperienza particolarmente piacevole. Il burro di cacao è parte essenziale delle classiche tavolette di cioccolato; in particolare il cioccolato bianco è costituito per la gran parte da burro di cacao. Nel cioccolato il burro di cacao è mescolato con la massa della pasta di cacao e, molto spesso, con il latte. Chi, per motivi di salute o ideologici, non intende assumere lattosio nella dieta, deve controllare l'etichetta del cioccolato che intende mangiare, perché il latte potrebbe essere presente tra gli ingredienti, anche solo come contaminante.
Burro di cacao

Nutkao Gran Cremeria, Crema Fine al Latte e Nocciole - 350 gr

Prezzo: in offerta su Amazon a: 3,39€


Prodotti a base di burro di cacao

Pezzi di burro di cacao Sono tanti gli alimenti che contengono, al loro interno, il burro di cacao. Quindi se il burro di cacao contiene lattosio, un vegano o una persona intollerante al lattosio non li potrà utilizzare. Niente paura, il burro di cacao è un ingrediente di origine totalmente vegetale e privo di lattosio. Per questo è sicuro per chiunque tema l'assunzione degli zuccheri del latte o di ingredienti di origine animale. Questo grasso ha una composizione molto particolare, simile per certi versi a quella del latte materno e del latte di mucca, ma più complessa e versatile. Sono vari gli utilizzi industriali del burro di cacao, che viene impiegato sia nella preparazione di torte, biscotti e merendine, sia in ambito cosmetico. Un grasso così corposo e compatto è facile da lavorare e da trasportare, inoltre contiene vitamine e oli benefici per la pelle e per i capelli. Entra quindi come ingrediente in tante creme, unguenti e detergenti e negli stick di balsamo protettivo per le labbra, che spesso sono chiamati burro di cacao tout court.

  • Besciamella vegetale Coloro che soffrono di intolleranza sanno bene che devono prestare molta attenzione agli alimenti che consumano. La besciamella è uno di quei prodotti a base di lattosio che quindi vanno assolutamente...
  • Alimenti senza lattosio È ormai piuttosto noto che un numero sempre maggiore di persone combatte con le intolleranze alimentari. Una delle più comuni è quella che riguarda il lattosio, ovvero lo zucchero del latte. Alcune pe...
  • Latte, latticini e formaggi Mal di stomaco, emicrania, malessere generale, nausea, diarrea, eruzione cutanea, problemi respiratori: i sintomi di un'intolleranza al lattosio possono essere più o meno lievi ma non sono da sottoval...
  • Calcio e lattosio nel latte Il latte rappresenta l’archetipo della nutrizione perfetta, sicuramente grazie al fatto che inconsciamente lo assimiliamo all’idea del latte materno, alimento perfetto e conforme ad ogni esigenza del ...

INTENSA - Crema spalmabile biologica al cioccolato crudo e nocciole, bontà garantita da Grezzo Raw Chocolate

Prezzo: in offerta su Amazon a: 14€


Il burro di cacao nelle ricette

Pastiglie di burro di cacao Gli chef professionisti utilizzano il burro di cacao in modo sapiente nelle loro ricette, soprattutto nella preparazione di dolci e impasti di base. Si tratta di un burro di origine vegetale, costituito comunque da grassi saturi, che quindi non è particolarmente adatto per chi è a dieta ipocalorica o teme problematiche correlate all'aumento di trigliceridi nel sangue. Nonostante questo è ricco anche di sostanze antiossidanti, ma l'utilizzo in cucina viene effettuato per motivi ben diversi. La cristallizzazione del burro di cacao avviene in vari modi, che permettono di conferire particolare consistenza ai dolci. Purtroppo ha un prezzo molto elevato, cosa che non lo rende così diffuso come dovrebbe. Costa infatti più del doppio del comune burro di latte, ma il burro di cacao contiene lattosio? No, quindi è perfetto anche nella preparazione di dolci adatti a persone intolleranti a questo zucchero o vegane, che quindi non intendono alimentarsi con prodotti di origine animale. Chi volesse utilizzare il burro di cacao per preparare dolci in casa avrà però qualche difficoltà a reperirlo nei negozi; più facile trovarlo in una pasticceria, o magari nei negozi che forniscono i professionisti del settore alimentare.


Burro di cacao contiene lattosio: Burro di origine vegetale

Burro di karitè Se il burro di cacao contiene lattosio, allora lo contengono anche altri tipi di burro. Niente paura, l'unico burro che contiene lattosio è quello ottenuto dalla lavorazione della panna del latte. In commercio si trovano però altri tipi di burro, così chiamati perché si tratta di oli che a temperatura ambiente hanno consistenza compatta, proprio come un panetto di burro. La margarina ne è un esempio, si tratta di un insieme di oli saturi ottenuti da cereali, tra cui ad esempio il mais o dai semi di varie piante. Molto noto è anche il burro di karitè, una pianta di origine africana, dai cui semi si spreme un olio che ha la consistenza identica al burro. A freddo è quindi compatto e denso e si scioglie una volta spalmato sulla pelle, per donarle un elevato nutrimento. Anche dai semi di avocado si ottiene un burro, erroneamente chiamato olio di avocado; il burro di avocado è compatto e candido e ricco di vitamine e sostanze antiossidanti. I diversi burri vegetali sono in genere utilizzati in cosmetica, perché altamente assorbibili dalla pelle.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO