Farina celiaci

Una scelta consapevole

Prima di applicarvi con creatività e metodo nella panificazione tramite farina celiaci, è opportuna la scelta più idonea finalizzata al prodotto finale che vorrete ottenere. Pane o pizza, il mercato offre una vasta gamma di farine utilizzabili e mescolabili, soddisfacendo ogni tipo di esigenza di voi consumatori attenti al tipo di seme da cui si ottengono i macinati. Farina di miglio o di teff, di mais, di amaranto, integrali o meno (scegliete quando possibile l'integrale come garanzia di genuinità cercando quei prodotti certificati in tal direzione); il commercio mai come oggi ha maturato una gamma ampia e definita nelle origini dei semi, nel tipo di macinazione, nelle qualità organolettiche e sanitarie delle farine. Il vostro buon senso, la vostra esperienza maturata, la vostra crescente abilità in cucina vi indirizzerà verso le migliori soluzioni per voi. Escludendo a priori il grano, nonostante alcune aziende invitino i consumatori a nuovi prodotti derivati, la scelta cosciente s'indirizza verso quelle farine che sicuramente saranno idonee alle vostre singole esigenze. Sarà la vostra esperienza e creatività a determinare l'acquisto, l'eventuale migliore miscela, quei piccoli trucchi che diversificano la cucina rendendola ogni volta un'esperienza nuova e attiva.
Semi amaranto

Fior Di Loto Farina Di Quinoa - 375 gr, Senza glutine

Prezzo: in offerta su Amazon a: 5,75€
(Risparmi 0,24€)


Quali farine usare

Farina mais Sulla scelta del tipo di farina celiaci non si scherza: anche un singolo ingrediente non rispondente alle vostre esigenze nutrizionali comprometterebbe, anche seriamente, la salute; la vostra non è una scelta dettata da nuove tendenze alimentari, ma la richiesta del vostro corpo di alimenti che proteggano il suo status generale. Fortunatamente oggi non siamo più in situazioni di offerte pionieristiche ma diverse ditte porgono al consumatore celiaco molteplici possibilità di scelta. Oggi parliamo di panificazione, quindi ci rivolgiamo a prodotti ideali per ottenere un pane, una pizza, una focaccia, gustosi e rispondenti alle nostre esigenze alimentari. La regina di esse è la farina di mais, un prodotto anticamente presente sulle nostre tavole, economico nel prezzo, ricco di valore nutritivo; ad esso possiamo miscelare altri macinati, incontrando i vostri gusti.

  • Semolino biologico Il semolino biologico si ricava dalla macinazione del grano duro. Il grano duro, coltivato secondo le regole dell'agricoltura biologica, viene pulito con l'aiuto di raschiatori e setacci. Viene quindi...
  • Farine senza glutine Il glutine è una lipoproteina presente nel frumento, nel farro, nel kamut, nell'orzo, nella segale e nell'avena. Trattiene i gas della lievitazione in un reticolo, garantendo al prodotto finito morbid...
  • La semola rimacinata La semola rimacinata di grano duro bio è ottenuta tramite la miscelazione delle migliori qualità di frumento. Per ottenere un prodotto biologico, si possono utilizzare frumenti provenienti dall'agrico...
  • Farina di grano saraceno Non tutti siamo a conoscenza dell'importante della farina di grano saraceno sulla nostre tavole. Si tratta infatti di un prodotto biologico, che se assunto con regolarità, è in grado di apportare bene...

Quinoa Italia Farina di Quinoa - 1Kg

Prezzo: in offerta su Amazon a: 15€


Le altre farine miscelabili

Farina miglio Assieme al mais, meglio ancora se impiegato in una miscela di amido e farina, altre macinazioni saranno ispirazione nell'ottenimento del vostro scopo, tutelando il vostro benessere senza pregiudicare il sapore e la piacevolezza del prodotto che vorrete ottenere. Parliamo di panificazione quindi possiamo ora integrare il mais scegliendo le nostre personali miscele. Un consiglio: scrivete sul vostro taccuino dei segreti culinari, quali miscele avete deciso e successivamente appuntatevi note inerenti al vostro laboratorio creativo, il gusto ottenuto, dove migliorarlo aumentando le dosi di una farina rispetto un'altra, oppure cercando altre soluzioni. Dai semi di amaranto, dall'alto valore nutritivo, al miglio, ricco di vitamine, al sorgo, ideale per ottenere una sofficità finale, la gamma è vasta.


Farina celiaci: Consigli di panificazione

Pizza celiaci Le farine sono ora miscelate: avete compiuto una scelta e vi siete annotati le percentuali impiegate: se non siete panificatori esperti, ma non preoccupatevi, solamente la pratica e l'estro determineranno la migliore ricetta a voi idonea, è giunto il momento di preparare l'impasto seguendo piccoli accorgimenti che esalteranno il gusto finale. Principe del vostro preparato sarà il lievito: non temetelo assolutamente, le preparazioni industriali oggi prevedono l'assenza totale di glutine garantendo la genuinità di prodotti ideali per le vostre esigenze. Scioglietelo delicatamente in acqua calda, aggiungendo un cucchiaino di zucchero o di miele per dare la possibilità ai fermenti di riprodursi iniziando il processo fermentativo. Lasciate la miscela agire per almeno mezz'ora dopodiché procedete con l'impasto, che dev'essere il più possibile omogeneo.



COMMENTI SULL' ARTICOLO